Le automobili e la sinistra

È un rapporto ben strano, quello fra le automobili e la sinistra.

In Italia è pieno di persone di sinistra, di ‘sinistra’, oppure anche di persone non di sinistra, e anche di persone di destra, che pensano che i parcheggi in strada, nelle nostre città, siano un diritto e non debbano essere messi all’asta, che secondo me è l’unica soluzione.

Ah, così chi può si prende il parcheggio e gli altri pedalano!

Esattamente!

Proprio così!

Con le centinaia di migliaia di Euro che si potrebbero raccogliere da chi ha davvero bisogno dell’auto per lavoro e che la dovrebbe poter scaricare, almeno in parte, e da chi non vuole privarsene, si può iniziare a costruire una città dove diventerebbe finalmente chiaro a tutti che spostarsi in città con mille o più kg di ferraglia non ha senso.

Perché oggi, purtroppo, può addirittura sembrare razionale andare in auto a Milano.

Il secondo mutuo

Perché la libertà, in particolare per i meno abbienti, non è il diritto al parcheggio gratuito sotto casa, come ci ha fatto credere Albertini, bensì il diritto a vivere in una città diversa da quelle americane, dove è necessario pagare un secondo mutuo, quello per l’auto.

iOS 14

Sì, sono passato all’iPhone. Posso dire solo: avrei dovuto farlo prima.

E sì, il mio 6S (rosa) verrà aggiornato a iOS 14.

Non solo il Samsung S6 non avrà Android 11. Neanche il modello S7.

Io però, se vuoi, ho un Samsung S7 ricondizionato e mai aperto
(ancora nel cartone di spedizione) con il sistema operativo di /e/.

È andata così: ad aprile il telefono ha avuto problemi lato hardware.
Con la fine del lockdown l’ho rimandato il Francia; l’hanno aperto,
hanno capito che era stata la batteria e me ne hanno mandato un altro.

Nel frattempo, però, mi hanno regalato un 6S (rosa) e quindi finisce lì.

Se sei interessato al Samsung S7 deGooglizzato, lasciami un commento!

La community del volante

Leggo sul Corriere Milano di Spotter, una app con la quale si comprano e vendono parcheggi — su suolo pubblico! — pagando con una moneta virtuale, i seSterzi (sic).

In bocca al lupo, ovviamente. Anche se aiutare a trovare parcheggio, esattamente come rendere il traffico più fluido, non è una soluzione, se non a livello individuale.

Più il traffico è fluido, come quando viene aggiunta una corsia a un’autostrada, o più è facile trovare parcheggio, e più le persone usano l’auto. Si chiama induced demand.

Uno dei motivi per i quali Milano è la città con il maggior numero di auto pro capite d’Europa è che a Milano il parcheggio è comodo e gratuito, sul marciapiede sotto casa.

Già che ci siamo: il sistema dei seSterzi vale anche per lo scambio dei parcheggi sui marciapiedi o solo per quelli ‘storici’ davanti alle chiese romaniche, come in foto?

Piste aperitivizzabili

Ne ho parlato con un amico di Torino, che ha deciso di farne la pietra angolare della sua sfida a Sala. Sì, è di Torino, ma tanto c’è il TAV, ci si mette di meno che dal Lorenteggio…

L’unico modo di cambiare Milano è di creare piste aperitivizzabili.

Km e km di spazi in cui pascolare con in mano un bicchiere di plastica dai dubbi contenuti e dal prezzo troppo alto. La bicicletta implica fatica, il volto scavato di Fausto Coppi…

Siamo onesti, non è una cosa che si addice molto alla Milano odierna.

Riaprire i Navigli

L’obiettivo, finalmente condiviso dai più, deve essere di riaprire i Navigli e creare la più lunga pista aperitivizzabile del mondo, dal Pont de Ferr fino a Piazza San Marco.

La Tesla che vi comprate coi soldi del sindaco tenetevela per andare a Santa e a Courma.

Visi pallidi

Ho molto rispetto, in campo e fuori, per Romelu Lukaku.

Meno per i visi pallidi

Meno per i visi pallidi. Dov’era l’America bianca, che si è dovuto addirittura costituire, durante la presidenza di Obama, un gruppo che si chiama Black Lives Matter?

Siamo sicuri che Robert Kennedy avrebbe fatto la sceneggiata della foto? Secondo me sarebbe rimasto in piedi, in rispettoso silenzio. E poi si sarebbe messo al lavoro.

Ancor meno per i nostri

E i politici visi pallidi italiani di sinistra, campioni dell’immigrazione incontrollata, del Divide et Impera e del ritornello I me mine, I me mine, I me mine

Perché invece di fare sceneggiate non organizzano corsi gratuiti di italiano? Perché a queste cose devono sempre pensare i cittadini volontari e la chiesa?

Un milione

Questa sera The Internet Ideology ha superato i 50 mila download nel 2020.

Più 4 mila in 7 mesi del 2019.

Fra un mese, fra tutti i libri, arrivo a centomila download. Quindi mi chiedo: che fare?

C’è una sola risposta, se uno non si è ancora stancato del gioco: arrivare a un milione.

Un milione?

Sì, un milione. Sì, lo so, un milione di download, anche se gratis, non è uno scherzo.

Bisogna avere un piano.

Tipo:

1/4 in India

1/4 in Cina

1/4 nel resto del mondo, in inglese.

1/4 nel resto del mondo, in n altre lingue.