Pèso el tacòn del buso

A inizio 2014, il governo Letta-Berlusconi scricchiolava. Già: Letta, il nipote, quello del PD, aveva fatto un governo “di responsabilità” con Berlusconi. Ma le cose non andavano benissimo, il Paese mormorava e, per di più, le elezioni europee erano alle porte.

E Napolitano certamente non voleva “fare brutta figura” in Europa.

Chiamò Renzi al Colle per consegnargli il Paese. Era chiaramente una mossa disperata, l’ultimo tentativo di difendere l’ancien régime. Renzi prese subito la situazione di petto, allungò banconote da 80 Euro a destra e a manca e prese il 41% alle Europee.

Oggi è chiaro a tutti, spero, che fu pèso el tacòn del buso (peggio la toppa del buco).

1 Response

  1. Massimo 6 March, 2018 / 12:18

    Aver voluto a tutti i costi un governo contro il M5S (Letta-Berlusconi), e poi un secondo (Renzi), e poi un terzo (Gentiloni) è stato un errore grande come una casa come aver voluto a tutti i costi un governo D’Alema contro Berlusconi quando cadde il governo Prodi-I. Ma questi non capiscono neanche meno della metà di un cazzo, e ora è giusto che spariscano per sempre.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *