Piste ciclabili non ideologiche

Quali sarebbero delle piste ciclabili non ideologiche, per dirla con De Corato?

Beh, sarebbe ammettere che non c’è spazio per tutti.

Sarebbe fare una scelta netta.

Sarebbe smettere di promettere e iniziare a fare.

Di corsa, anche, che non c’è più tempo.

E non 22 km di piste pericolose col pennello e fatte in 4 o 5 mesi.

(a Bogotà avevano 100 km già pronti a marzo!)

Sarebbe avere un’idea di città diversa, e più umana.

Sarebbe non dare un contentino di sinistra, ma avere un piano per tutti i milanesi.

Quando invece prometti 4.000 Euro a chi compra un’auto nuova a benzina, il minimo che si possa dire del tuo (scadente) piano di piste ciclabili è che sia una scelta ideologica.

Anche se lo dice De Corato, uno che, in foto con quell’altro fenomeno di Masseroli, qualche anno fa entrò in centro col calesse per protestare contro l’inizio di Area C

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *