i feed… mi spiegate?

I feed sono una di quelle cose che piacciono tanto ai blogger. Anzi, direi che, nella lista delle cose che mandano i blogger in brodo di giuggiole, vengono subito dopo le tagcloud. La prima domanda, così, banale e brutale, che vorrei farvi è: ma vi sono editori che guadagnano con sta roba, o per ora nulla? Perchè, sai, uno vede un Kataweb, per dire, che prende un post altrui e lo mette sul proprio portale per metterci sopra dei bei bannerozzi, mentre gli articoli dei propri giornalisti, tutta gente che hanno a libro paga e a cui forniscono un buono stipendio, immagino, li rende disponibili allegramente via rss, senza pubblicità (o sbaglio?). E uno non capisce, insomma.
E poi ci sono sti affari, gli aggregatori di feed. Ma servono a qualcosa? Sarò un po’ tonto, ma io i blog li leggo ancora saltellando da un blog all’altro. Ho un account Bloglines e un secondo con Rojo (che è appena stata comprato da Six Apart, btw), ma mi sembra solo di avere una seconda GMail – e funzionale la metà, peraltro. Una angosciante seconda inbox con un sacco di roba che non leggerò mai tutta e che se anche leggo non posso poi archiviare come voglio (mica come GMail!) e nessuna funzionalità per dare un voto a ciò che ho letto e far capire al sistema che vorrei qualcosa di simile, e/o per leggere qualcosa che è piaciuto a persone di cui mi fido.
Infine, last but not least, visto che Ludovico ha inserito il numero di iscritti al proprio feed Feedburner nella classifica delle blogstar, perchè non ti iscrivi al mio feed? Cioè, è molto cool e molto 2.0, insomma. E poi, mi serve per tornare su in classifica. E già che ci sei, perchè non mi spieghi un po’ come si fa a far passare gli attuali recipienti dei miei feed rrs2.0 e atom sotto Feedburner? Cosa devo fare, mettere ko i miei feed originari? Si può? Come? Se non si fosse capito, ho bisogno di una mano e si apprezzano suggerimenti e si accettano sfottò. Grazie.

37 Responses

  1. Giuseppe 7 September, 2006 / 19:08

    non so molto di soldi editor bannerozzi e classifiche feedburner, quindi mi esprimo solo per quanto riguarda gli aggregatori.
    primo: se le cose non sono cambiate ultimamente, lascia perdere bloglines ed usa rojo: bloglines ogni tanto si perdeva i miei feed e non permetteva l’esportazione dell’elenco dei feed (importante se vuoi cambiare aggregatore), rojo invece è un mulo che non sbaglia mai un colpo.
    secondo: è vero, un aggregatore mette un po’ ansia e fa tanto “information overload” ma è l’unico modo per stare dietro a molti blog in modo rapido; (nel mio caso, blog tecnici del mio settore, tutti utili, tutti importanti) non riuscirei mai e poi mai a seguire a mano una 50 di blog indispensabili, più quelli futili tipo gizmodo.com controllando a mano ogni giorno se ci sono nuovi post.
    Inoltre ovviamente se usi più di una postazione (es: casa/ufficio) l’aggregatore online è sempre disponibile e sempre allineato, niente da installare, niente da configurare.
    In rojo hai mojo, una specie di digg interno, che non ti permette di assegnare un voto personale ad un post è comunque meglio di niente ed i tag che ti possono servire a trovare feed simili fra loro.
    ps: il tuo è uno dei pochi blog che NON HO nell’aggregatore, capisco che non ti possa far piacere, ma in realtà è un complimento – dotcoma è un posto un po’ speciale, che leggo con piacere ed attenzione scegliendo di andarci, senza che i tuoi post mi vengano scaraventati addosso magari in un momento in cui sono di corsa e stò leggento “mila altre cose”

  2. Marco Cattaneo 7 September, 2006 / 19:15

    Feed significa affiliazione, audience (affezionata), per i blogger; ri-pubblicazione, aggregazione, legame, per i publisher; comodità, notizie push per gli utenti finali.
    L’advertising all’interno dei feed non tarderà a mostrarsi come ora lo fa sulle pagine di ogni post.
    E non dimentichiamo la possibilità di veicolare visitatori verso il sito grazie all’uso di contenuti “troncati”.
    Come utente, sono entusiasta dell’opportunità di raggiungere ogni mia fonte d’informazione con un solo software (un aggregatore che si sincronizza fra piu’ piattaforme ed è disponibile anche in versione web – newsgator.com), sfruttando l’occasione per mantenere solo quelle meritevoli di essere lette ogni giorno e cancellando le altre. Non vedo, poi, come si possa sopportare il fastidio di saltellare da un blog all’altro e di dover verificare se sono effettivamente presenti nuovi articoli o se, semplicemente, non si riconoscono quelli già letti settimane prima.
    Come blogger, ho la garanzia che gli iscritti del feed siano lettori affezionati, che torneranno. E questo mi invoglia a scrivere per un audience di valore, che sono certo leggerà.
    Sono poco convinto che la pubblicità all’interno dei feed sarà in grado di produrre introiti, ad ogni modo, staremo a vedere…
    Dimenticavo: se non hai voglia di leggere “tutta sta roba”, allora in effetti.. gli RSS divengono poco allettanti..
    Altro:
    http://www.marcocattaneo.com/index.php?tag=rss

  3. Massimo Moruzzi 7 September, 2006 / 19:16

    ehi, grazie per il complimento, Giuseppe. ma ora dobbiamo trovare il modo di spiegare questa cosa a Ludovico e alla sua classifica… :-)

  4. Giuseppe 7 September, 2006 / 20:11

    @massimo: ha lo sa, lo sa, secondo me lo sa ma non ne parla, sa che le classifiche sono una quarta specie di bugie (“esistono bugie, maledette bugie e statistiche”)…. come lo so? in passato mi è capitato di “elaborare” graduatorie….

  5. Marco Cattaneo 7 September, 2006 / 22:06

    Massimo, di’ la verità, il tuo post era in qualche modo provocatorio e voleva stanare le nostre opinioni, o scrivevi sul serio ?
    Voglio dire, sei stato country manager di meetic.it e web marketing manager di ciao.com..
    @giuseppe: Newgator consente la sincronizzazione trasparente e automatica fra il web reader e aggregatori per windows/osx, quindi il problema del passaggio fra piattaforme non si pone.

  6. Massimo Moruzzi 7 September, 2006 / 22:15

    dunque: qix e quindi anche la pagina dove si parla di feedburner è giù in questo istante.
    per Marco e Domiziano: provocazione? no, è che non capisco tutto questo entusiasmo… un giorno magari arriverà un feedreader super, chissà. e comunque anche tu, Marco, mi sa che sei scettico, se dici che dubiti che la pubblicità all’interno dei feed sarà in grado di produrre introiti.

  7. eiochemipensavo 7 September, 2006 / 22:30

    quando ritorna online capirai che c’è modo di trasferire il tuo feed su feedburner senza che gli utenti se ne accorgano. comunque di tutorial per mt ce ne son diversi in rete, basta googlare.
    poi, io ho il feedburner pro, non starei senza.
    poi ancora, senza netnewswire non riuscirei a seguire le diverse centinaia di blog e fonti che seguo.
    che poi i feed faccian soldi o meno, è l’ultima delle mie preoccupazioni, eh.

  8. l'esorciccio 7 September, 2006 / 23:43

    Gli aggregatori sono una gran cosa, perchè mi permettono di seguire 150 blog senza diventare pazzo. O magari sono una pessima cosa, perchè seguire 150 blog è probabilmente una cosa da pazzi :)
    Ad ogni modo l’aggregatore è uno strumento indispensabile e una grande invenzione, per quanto la maggior parte siano ancora un po’… primitivi. Purtroppo non ci sono ancora sistemi in grado di presentare le informazioni nel modo che vorrei; capire i collegamenti, riconoscere e gestire le conversazioni. Nisba.
    Cioè, gran bella roba technorati o memeorandum, ma io voglio sapere cosa dicono di un certo argomento i blog che leggo IO, non tutto l’universo. O meglio partire dai miei preferiti ed eventualmente sfociare nell’universo.
    Gli aggregatori “personali”, invece, non si sforzano neanche di gestire i collegamenti tra i post seguendo i link. Ho bisogno di un memeorandum personalizzabile.
    @Cattaneo: i feed parziali (contenuti troncati) sono il male, e se tutti li pubblicassero così torneremmo a saltellare da un blog all’altro. Quasi sempre poi sono stupidi, perchè tagliano i post di qualsiasi dimensione, così che capita di leggere due righe nell’aggregatore e di clickare sul link e vedersi aprire il browser per andare a leggere un’altra riga e mezza sul blog. E con questa combo da videogioco il puntatore del mouse si sposta sul tasto “unsubscribe” e clicka così velocemente che manco te ne accorgi.

  9. Massimo Moruzzi 8 September, 2006 / 00:08

    beh, mi fa piacere vedere leggendo Luca e l’esorciccio che non sono l’unico che non è molto contento di quello che c’è in giro.
    @eiochemipensavo: ma la versione pro cosa ti dà di più? maggior controllo sui tuoi feed, che poi tanto “tuoi” non sono più se passi a loro?

  10. Massimo Moruzzi 8 September, 2006 / 00:14

    p.s.
    i feed parziali, troncati, sono indubbiamente il male. Al limite, “costringimi” a saltellare sul tuo sito perchè voglio a tutti i costi commentare…

  11. l'esorciccio 8 September, 2006 / 00:31

    @massimo: io vorrei anche vedere e inserire i commenti con l’aggregatore… l’elemento textInput in rss 2.0 prometteva bene, ma è finito nel dimenticatoio.

  12. noisiamoilweb 8 September, 2006 / 07:09

    Noi lo possiamo dire: RSS sa di fascio ed è quasi una parolaccia:
    “sì io uso l’rss” …mah
    Dopodiché: i feed son quasi utili, farci i soldi ci pare almeno “azzardata” come idea e
    bloglines traballa
    rojo è lento
    SixApart è una figata
    per il resto: se usi gmail allora prova il suo Reader. E non vorremmo sentir “storie”: per chi non crede nella nuova religione del 2.0 (a pagamento o meno) google reader si piazza al top, per velocità ed intelligenza.
    Massimo: dimentica tutto… ricorda solo che eiochemipensavo ha Ragione.

  13. Massimo Moruzzi 8 September, 2006 / 08:33

    @esorciccio: textInput è una specie di co.comments per rss? non sarebbe male.
    @noisiamoilweb: grande video, ma il Google reader proprio no, è davvero terribile!

  14. Massimo Moruzzi 8 September, 2006 / 10:05

    boh, mica male, ma… boh.
    E i post di questo blog li prende in ordine cronologico inverso (i nuovi in fondo)

  15. Enrico 8 September, 2006 / 10:46

    Io li trovo fantastici ora i feed.. e pensa che fino a qualche mese fa ero nella tua stessa situazione domandandomene la reale utilità… ora che sto seguendo un sacco di blog e di siti, se non ci fossero gli rss sarei spacciato..
    Cmq io aggiungo una ulteriore domanda: percaso sapresti dirmi come fare a far passare l’opml di greatnews in bloglines tanto per non ricaricarmi tutti i feed anche li .. grazie…

  16. marco cavicchioli 8 September, 2006 / 11:06

    io seguo circa 250 blogs. se dovessi farlo visitandoli uno per uno col browser diventerei scemo. invece, con great news (l’aggregatore che uso io), li visito in 10 minuti al massimo. ditemi se è poco…

  17. Simone Brunozzi 8 September, 2006 / 13:37

    Ciao Massimo,
    secondo me i feed vanno usati con molta moderazione: un feed reader è comodo per chi segue oltre 20-30 blog al giorno, però è anche una di quelle cose che “fanno figo” ma non hanno una enorme utilità.
    Su Qix: alla fine ci si prova, no? Stabilire i parametri non è semplice, quindi ben venga anche FeedBurner.
    Ciauz

  18. Massimo Moruzzi 8 September, 2006 / 14:01

    beh, feedburner dà sicuramente una spinta geek-elitistica alla classifica, ma amen :-)

  19. Antonio 8 September, 2006 / 15:44

    Massimo ma la faq apposita sul sito non risponde già a un pezzo dei tuoi quesiti?
    http://top100.qix.it/tutorials/feedburner/
    Lì ci sono anche i link ai tutorial sull’integrazione trasparente di feedburner nei propri feed. Sasaki che ci ha sbattuto la testa non poco, ha anche ricavato un bell’howto dalla sua esperienza con MT e Feedburner:
    http://www.totanus.net/MT2FeedBurner.pdf
    Quanto all’incidenza di questo indicatore sulla classifica e la velata pressione a utilizzarlo, bhe, bisogna ricordare che la top100 non monitora i dati sulla rilevanza dei blog da sé, ma si affida ai rilievi di varie fonti pubbliche cercando di combinarli e pesarli nel modo più rappresentativo. Come dice Simone qui sopra non esiste un metodo certificato per farlo, è un work in progress e a più fattori di può attingere, più il risultato tende a essere affidabile.
    Perciò non c’è un intento di penalizzare chi non si affida a Feedburner, ma magari di incoraggiare chi è particolarmente interessato a monitorare la popolarità del proprio blog ad avvalersi di questo strumento in più.
    Ora magari dico una fresconata, ma per assurdo l’alternativa sarebbe che il blog, che si gestisce in autonomia la registrazione degli accessi ai feed, mettesse a disposizione questi dati pubblici via API (cioè interrogabili non interattivamente da remoto) per l’elaborazione. Cosa chiaramente poco praticabile.
    Comunque sempre attingendo dalle faq, quelle generali:
    “Inoltre c’è da considerare che il peso attualmente attribuito a FeedBurner è minimo ed influisce particolarmente solo per i blog delle prime posizioni in classifica.”
    Quindi più che dare una spinta elitista, diciamo che rende più accurata la pesatura dentro l’elite già esistente :)
    ciao

  20. ilSuperficiale 8 September, 2006 / 16:46

    Diciamoci la verità:la classifica di qix è fatta ad arte per dare un aiutino ai minor. Considerando il numero dei commenti che riceve Dotcoma, certi tuoi colleghi che stanno passando per blogstar dovrebbero stare in fondo alla classifica. Dentro Bloglines ci metto i blog di cui nn ricordo gli Url o che non ho “mente” tutti i giorni. Per Dotcoma digito le prime due lettere sul browser. E poi i blog che non hanno bisogno di aiuto si riconoscono dai titoli dei post, quasi mai infarciti di keywords che servono per ottenere visibilità su Google.

  21. Massimo Moruzzi 8 September, 2006 / 17:00

    obrigado, muito obrigado, ringrazio anche te, che sei meno superficiale di quanto vorresti far credere .-)

  22. Antonio 8 September, 2006 / 17:50

    Moruzzi approvami il commento o in alternativa che devo fare per superare i tuoi impietosi filtri anti-spam?
    ciao, grazie ;)

  23. Massimo Moruzzi 8 September, 2006 / 18:08

    ciao Antonio, approvato (il sistema è un po’ link-allergico). Per il resto, sono d’accordo che se vogliamo contare i feed Feedburner è la soluzione più semplice. Ma quando Ludovico scrive…
    >Inoltre c’è da considerare che il peso attualmente attribuito a FeedBurner è minimo ed influisce particolarmente solo per i blog delle prime posizioni in classifica.
    ecco, io allora inizio a pensare che sia un provvedimento ad personam ;-)

  24. Jazzer 9 September, 2006 / 11:04

    Non c’è storia. Il miglior feed-aggregator in assoluto è RSSbandit.
    Si può scaricare – gratuitamente – da qui:
    http://www.rssbandit.org/

  25. noisiamoilweb 9 September, 2006 / 12:46

    se, poi esiste, AmphetaDesk (www.disobey.com/amphetadesk/) è l’unico vero strumento erre esse esse.
    A proposito: visto “google com a” come risultato cosa produce google?

  26. l'esorciccio 9 September, 2006 / 13:15

    @massimo: no, textInput non aveva una funzione prestabilita, era solo un’idea.

  27. von ko 10 September, 2006 / 20:23

    i feed sono inutili come i blog.

  28. Massimo Moruzzi 13 September, 2006 / 08:54

    e quest’ultimo commento. grazie agli altri, invece. sempre interessante leggervi.

  29. ELMANCO / Stefano Ricci 13 September, 2006 / 11:48

    Io i feed non li uso perchè mi fanno impazzire: tenere aperto un aggregatore con anche solo 30/50 feed non mi permetterebbe di lavorare e non mi serve iscrivermi ad un nuemro minore che posso controllare con comodo quando voglio… l’unico pseudo aggregaroe che utilizzo è la home page personalizzata di google, ma ci sono una decina di blog, solo gli indispensabili.
    Certo mi piacerebbe sapere quanti leggono i feed del mio di blog!

  30. eiochemipensavo 16 September, 2006 / 21:10

    mi accorgo adesso di non avere risposto alla tua domanda, massimo: la versione pro di feedburner ti dà semplicemente tutte le statistiche che puoi immaginare, non molto di più della versione base. non mi lamento, visto che mi è stata regalata dal sig. feedburner.
    sulla perdita di controllo che si avrebbe delegando i feed a loro, permettimi di obiettare fortemente. feedburner offre un sacco di controlli per ritagliare il tuo feed intorno alle tue esigenze, ed effettuando la redirezione, puoi decidere in qualsiasi momento di smettere di ridirezionare e i tuoi utenti non se ne accorgeranno nemmeno.
    spero di aver risposto ai tuoi quesiti, eh :)

  31. d o t - c o m a *:o) 24 September, 2006 / 18:23

    prova AAA – errore feedburner

    AAA… aiuto. Aiuta un niubbi, dai. Dunque… avevo creato un account Feedburner tempo fa. Non mi ricordo se avevo dato…

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *