cari investitori …

dot-coma
” … gli è tutto sbagliato, tutto da rifare …” – Gino Bartali
Gentili investitori,
come sapete purtroppo non siamo riusciti a quotarci in borsa entro il
termine ultimo del 30 novembre come previsto dal nostro business plan
stilato mercoledì 30 maggio alle ore 3:47 a.m. presso la nostra sede
milanese del Café del Tio.


Giovedì 29 novembre ci siamo dati parecchio da fare. So che è difficile
da credere, ma in questo Paese non è possibile mettere sul mercato una
società (neppure una dot-com!) in 24 ore!
Così, cause indipendenti dalla nostra (scarsa) volontà e dalla nostra
mission aziendale (make money fast) ci hanno impedito di attingere ai
capitali privati convenzionalmente noti come “parco buoi”.
Da un lato, vorrei tranquillizzarvi: dot-coma gode di ottima salute:
non avendo mai “puntato” (è proprio la parola giusta) sulla pubblicità,
le nostre entrate non hanno risentito dell’ingiustificato :)))
pessimismo generale riguardo la pubblicità su Internet: zero erano e
zero rimangono.
Dall’altro, vi devo comunicare che ridimensionare un po’, si deve.
Il fatto è che adesso è trendy – lo fanno tutti. E dopo lo SPAM di
Vanessa, io davvero non vorrei trovarmi un venditore di Active alla
porta, con una valigia di cartone piena di banner da svendermi.
Così, il Consiglio di Amministrazione di dot-coma ha deciso di
accantonare per il momento i piani di espansione inter-planetaria su
Marte e Giove, mercati che comunque riteniamo di sicuro interesse, e di
insistere sul mercato domestico fino al raggiungimento del mitico
breakeven (e magari anche del Passaggio a Nord Ovest).
Mi raccomando, abbiate fiducia in noi, perché la Gold Economy ripartirà!
E se non dovesse ripartire, meglio ancora: venderemo ancor più cara la
nostra consulenza, perché è da un pezzo che diciamo che ” … gli è
tutto sbagliato, tutto da rifare …”
Con immutata stima,
Il Vostro Amministratore Delegato

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *