Fantacalcio

Dunque, Messi preferisce la Juve. A me va bene, io preferisco Luis Suárez.

Andrà così: Messi va alla Juve. Pirlo non si dimostrerà all’altezza.

L’anno prossimo metteranno in panchina Guardiola e vinceranno la Coppa.

Italia.

Fra 3 anni, libri in tribunale e la FIAT regalata a Peugeot-Citroën.

La domanda sulle piste ciclabili

La domanda sulle piste ciclabili che dovremmo fare ai nostri amministratori è: vi rendete conto che ogni volta che investite soldi, tempo, attenzione vostra e mediatica e spazio urbano in una infrastruttura che verrà usata poco perché fatta col culo, storta, stretta, pericolosa, non protetta, in mezzo agli scarichi delle auto o isolata dagli altri pezzetti isolati di piste ciclabili — ogni volta che fallirete, insomma, un certo numero di persone, anche persone che sarebbero a favore del dare meno spazio alle auto e più spazio alle biciclette, penseranno: ecco, forse è vero, forse a Milano — o a Torino — non può funzionare.

Vi rendete conto che è meglio non fare le cose e rimandarle al giorno in cui si spera che le saprete fare, che farle col culo? Ve ne rendete conto, o non capite proprio un cazzo?

Alternativa

È una ben strana democrazia, quella in cui un partito al governo non trova argomenti migliori che dire di essere l’alternativa a un partito che è all’opposizione, e che, per di più, è guidato da uno che ha fatto cadere un governo per un mojito di troppo al Pepeete.

Noi siamo al governo e siamo l’alternativa a quelli che, legittimente, loro sì potrebbero dire di essere l’alternativa, buona o meno buona non mi interessa, a chi sta governando il Paese. Il messaggio mi sembra chiaro: solo noi possiamo e dobbiamo governare.

Dove andrà Messi?

Se Bartomeu avesse a cuore le sorti del Barça, lo lascerebbe andare al City per un paio di giocatori più 100 o 150 milioni di Euro. E lascerebbe i soldi ricavati in banca perché possa decidere cosa farne il prossimo presidente, visto che Bartomeu ha già buttato nel cesso 100-150 milioni ciascuno per campionissimi quali Coutinho, Dembelé e Griezmann.

Purtroppo l’attuale presidente vuole usa sola cosa, e cioè non passare alla storia come colui che ha lasciato andare via Messi. Quindi diranno di no, o ci pagate i 700 milioni di Euro della clausola, oppure rimane al Barça per un’altra stagione. Messi farà una cattiva stagione agli ordini di un allenatore che non ama e se ne andrà gratis l’anno prossimo.

Dove? A quel punto, senza costi per il cartellino, potrebbero entrare in gioco anche Inter, Juve o PSG, anche se la cosa più probabile rimane sicuramente il City di Guardiola.

La Stasi e il Minculpop

La Stasi è Facebook, con la differenza che non è neppure necessario pagare gli informatori: nel 2020, siamo più che felici di raccontare ogni cosa di noi stessi a Facebook.

O ad Alexa che ci ascolta 24/7, che è ancora più agghiacciante, se possibile.

Il Minculpop è Google, che sta cercando di fare un salto oltre AMP — stanno cercando di convincere i “produttori di contenuti” a mettere tutto sui loro server.

E stanno cercando di mettere KO la cosiddetta fediverse, decentralizzata.

SEO e Social

D’altronde, la colpa è anche di quei cretini dei giornali: hanno passato anni e anni a giocare col SEO, ma senza costruire un loro prodotto di qualità e sul quale i lettori potessero sentirsi a casa, per poi spendere altri anni a giocare con Facebook e Twitter, ma senza cercare di costruire qualcosa che avesse un buon livello di interattività sul loro sito. Se tutto quello che conta è il traffico, il traffico e il servire le pagine è qualcosa che fa meglio Google, e a quel punto è giusto che loro siano solo dei meri produttori di contenuti.

Piste scaricabili

La pista ciclabile di viale Monza dovrebbe essere chiamata “pista scaricabile”.

Farà incazzare sia i ‘ciclisti’ con due dita di fronte, sia gli ‘automobilisti’.

In compenso, sarà il paradiso dei fattorini UPS e simili e di chi deve lasciare l’auto sulla pista ciclabile “un attimino” per andare a comprare le sigarette…