i 15 minuti di Sala

Il neo-verde — come il colore dei dollari — Beppe Sala ultimamente ciancia di Milano come una “15-minute city”, copiando con un anno di ritardo il sindaco di Parigi Anne Hidalgo.

Sala, ti ricordo, è il responsabile di Expo poi passato a sindaco in modo che su Expo si facesse il meno luce possibile; è quello che in campagna elettorale cianciava di 20% di spostamenti in bici in città, che non ha fatto nulla per raggiungere quel difficile traguardo e che ora si è dimenticato della promessa (siamo sempre e abbondantemente sotto il 10%) ed è passato a una nuova promessa senza senso, in una città in cui i negozi continuano a chiudere e ad essere trasformati in appartamenti; è quello che in campagna elettorale si era fatto pizzicare più volte a lasciare l’auto posteggiata in doppia fila o dove è vietato “perché lui aveva fretta” (non come tu che non hai un cazzo da fare).

E ci sono pochi dubbi: Sala verrà rieletto, anche perché i suoi (supposti) avversari sono quelli che vorrebbero poter andare al Parco Sempione in auto…

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *