Conversazioni con i consumatori

Meno di una decina di giorni fa sono passato a Brave, che mi fa vedere ogni volta che lo apro quante pubblicità e tracker blocca. “Pubblicità e tracker” mi sembra mele e pere, ma detto questo…

più di mille al giorno.

Ora, qualcuno pensa davvero che, assaltati da più di mille pubblicità al giorno, i mitici consumatori, questi esseri la cui vita serve solo a consumare l’output delle fabbriche, possano voler conversare di alcunché con alcune di queste pubblicità?

Io capisco raccontarsela, ma francamente tutto dovrebbe avere un limite.

E ti dirò di più

Sai quando i consumatori parlavano delle pubblicità?

Quando erano di meno, su formati migliori e di fatto più interattivi, come la carta, e quando creatività non era una brutta parola, una parola pericolosa e che incuteva timore o una parola senza senso, esattamente come conversazioni.

Quando la pubblicità era arte e non direct marketing fatto da cyborg.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *