La community del volante

Leggo sul Corriere Milano di Spotter, una app con la quale si comprano e vendono parcheggi — su suolo pubblico! — pagando con una moneta virtuale, i seSterzi (sic).

In bocca al lupo, ovviamente. Anche se aiutare a trovare parcheggio, esattamente come rendere il traffico più fluido, non è una soluzione, se non a livello individuale.

Più il traffico è fluido, come quando viene aggiunta una corsia a un’autostrada, o più è facile trovare parcheggio, e più le persone usano l’auto. Si chiama induced demand.

Uno dei motivi per i quali Milano è la città con il maggior numero di auto pro capite d’Europa è che a Milano il parcheggio è comodo e gratuito, sul marciapiede sotto casa.

Già che ci siamo: il sistema dei seSterzi vale anche per lo scambio dei parcheggi sui marciapiedi o solo per quelli ‘storici’ davanti alle chiese romaniche, come in foto?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *