Eppur non si muove

Sono passati 400 anni. Senza progresso. I 400 anni peggiori della storia di questo Paese, certo. Quattrocento anni iniziati con l’omocidio di Giordano Bruno e con davvero poche cose da ricordare: la Milano del ‘700 austriaco, con La Scala e Il Caffè; il Futurismo; gli anni ’60.

Cos’altro? E siamo ancora dove eravamo partiti, con l’Anticristo che veste Prada e chi gestisce la pubblicità sugli autobus di Genova che dice che non si può dire che dio non esiste.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *