Weinberger vs. le ballerine

Mi sono perso l’intervento di David Weinberger – contro la pubblicità? – questa mattina allo IAB. Pare che, da solo, valesse il prezzo del biglietto. Qualcuno l’ha per caso registrato?
Grande pienone, grandi stand, mancavano solo le ballerine. Anche se ora è vero e non è una bolla, sembrava di essere nel 2000. Ora metà è Google e un altro quarto è a performance.
Ma è sempre e solo pubblicità, comunque. Tanto di cappello a chi l’ha invitato (se era al corrente del tono dell’intervento), ma mi chiedo… Chissà se Weinberger lo inviteranno di nuovo.
> ascolta l’intervento di David Weinberger a IAB chez Alberto

18 Responses

  1. baldo 7 November, 2007 / 22:03

    io sono allo IAB domani mattina (allo stand TradeDoubler).. Ma non c’e’ nessuno che fa un coverage degli speech delle sale?
    (il coverage c’è anche ai barcamp più sfigati e non c’è allo IAB?)

  2. Andrea Andreutti 7 November, 2007 / 22:06

    Ancora una volta il tempo dedicato all’ascolto di Weinberger e’ stato ben speso.
    Faccio solo una riflessione sulle presenze:
    siamo ancora i soliti noti o qualcuno ha visto anche i soliti ignoti? (cioe’ quelle figure che potrebbero concretamente cambiare lo scenario dell’online in Italia ma hanno mille ragioni per lasciare le cose come stanno)

  3. Maurizio Goetz 8 November, 2007 / 08:21

    Che grande differenza tra i discorsi in sala, e ciò che si vedeva negli stand, il gap è spaventoso.

  4. gm 8 November, 2007 / 08:21

    Le societa’ migliori avevabo gli stand più piccoli…

  5. pacciani 8 November, 2007 / 08:48

    il valore c’è…bisogna cercarlo con il lanternino…

  6. cfdp 8 November, 2007 / 12:59

    Ripeto sottovoce la domanda di Massimo: nessuno ha registrato il discorso di Weinberger o sa dove è possibile trovarlo?

  7. gm 8 November, 2007 / 20:10

    Sul sito dello Iab nei prossimi giorni

  8. Emiliano 9 November, 2007 / 15:34

    Qualcuno vuole condividere alcune parti salienti dello speeck du Weinberger? Mi hanno bloccato nell’area stand e quando ho visto l’ora mi sono accorto che era troppo tardi…

  9. Marco Massarotto 9 November, 2007 / 23:53

    Non so se l’intervento di Weinberger sia giusto definirlo “contro la pubblicità”. Forse la pubblicità deve cambiare un po’, aggiornarsi, fare l’upgrade, trovare un nuovo assetto, equilibrio. Ma non parlerei di rivoluzioni, contro, sconvolgimenti. Piuttosto di aggiustamenti di tiro, comprensione di media con logiche diverse e di consumatori in evoluzione.
    Le slide di David qui, comunque:
    http://hagakure.it/onore-a-david

  10. Massimo Moruzzi 10 November, 2007 / 07:43

    Marco, imho se parli di ‘media’ e di ‘consumatori’ non ci siamo proprio…

  11. gm 10 November, 2007 / 12:03

    Io non mi limiterei le osservazioni a chi fa mkt ma le girerei volentieri anche a chi studia ed elabora prodotti e servizi.

  12. Marco Massarotto 10 November, 2007 / 13:21

    Massimo, forse mi sono espresso male. Quello che intendevo dire è che “La pubblicità” in generale, riguarda non solo Internet, ma un sacco di altri “media”, appunto. Non saprei come altro definirli per il momento.
    Se allarghiamo lo scenario ecco che il problema (almeno per un’azienda nel 2008) diventa come integrare il web con i media, come introdurre Internet (con le sue regole orizzontali e diverse e la sua cultura) in un piano di attività che vanno dal volantino alla sponsorizzazione della coppa del mondo. :) Poi non mi piacciono mai i “contro”. Cosa vuol dire “contro la pubblicità”? Che non va più fatta, basta? O che va, appunto, cambiato il modo di farla, almeno sul web… :)
    Riguardo il discorso “media/consumatori/non ci siamo proprio”, beh io ci sto scommettendo la mia vita lavorativa sulla disintermediazione… :)

  13. Massimo Moruzzi 10 November, 2007 / 14:03

    che non va più fatta. non sul web. non per me, almeno. non con banner, se sei Samsung o Bmw e poi dopo i tuoi, banner di creme scioglipancia, siti per incontrare gnocche, siti di suonerie etc.
    quanto alla “disintermediazione”, cosa vuol dire per te? per me vuol dire, in poche e semplici parole, “non dover più passare dai media” – dai media da cui acquistare pubblicità…

  14. Marco Massarotto 10 November, 2007 / 14:56

    Esattamente. E’ quello che dico in ogni presentazione da almeno un anno. Poi su TV, stampa etc disintermediarsi è un po’ piu’ difficile, ma per fortuna i trend di crescita sono a favore del web .)

  15. Hytok 10 November, 2007 / 16:41

    Eccolo in video, ci aggiungo anche un’intervista in due parti.

  16. Massimo Moruzzi 10 November, 2007 / 17:53

    allora siamo in due, anzi, in tre: io, te e [mini] :-)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *