2 ore col mac (posson bastare)

Ordinato, arrivato, provato e rispedito ad Apple. Il tutto in meno di una settimana. Tutto al telefono, tutto liscio come l’olio, compreso l’esercizio del diritto di recesso, no questions asked. Ho, se possibile, un’immagine ancora migliore di Apple. Ma del Macbook e di OS X, no.
Il Macbook. Bianco, puro, bello ma un po’ plasticoso. Lo schermo: lucidissimo, specchio delle mie brame, chi è il più lucido del reame? 13 pollici, dati da una larghezza identica al 14” ma meno alto. Widescreen. 16:9. Che ci devi vedere i film, oltre che le foto, mica lavorare. La tastiera: nuova, innovativa, rivoluzionaria. Ma a me non piace molto. Quella dei Thinkpad è un’altra cosa.
OS X. Mai mi permetterei di giudicarlo. Sarà stabile e meraviglioso, cazzo vuoi che ne capisca io. Si accende e si spegne in un lampo, questo è vero. Però, chi ha consigliato a questi che fanno tanto parlare di switch di infighettare pure Firefox? Poi, ho provato a installare Neoffice e mi ha detto che mancavano delle librerie. Game over. Linux – ma Ubuntu – lo provo un’altra volta.

35 Responses

  1. baldo 21 February, 2007 / 11:49

    non spieghi il motivo per cui l’hai rimandato indietro..
    Certo il macbook non è certo un portatile di fascia alta (i materiali in effetti sono un po’ troppo plasticosi), ma io ci lavoro da 6 mesi e lo trovo ottimo e semplice da usare..

  2. Massimo Moruzzi 21 February, 2007 / 12:08

    schermo lucido e oblungo; tastiera così così. Firefox infighettato. Non sono riuscito a installare Neoffice.

  3. P|xeL 21 February, 2007 / 12:16

    Massimo puoi spiegare meglio le tue ragioni? Personalmente sto aspettando la prossima versione (maggio, giugno?!) per fare una “pazzia” e comprarlo… perché non t’è piaciuto?
    Ciao,
    P|xeL

  4. Massimo Moruzzi 21 February, 2007 / 12:26

    io dico solo:
    1)vallo a vedere prima. se non ti danno fastidio gli schermi lucidi e 16:9, why not?
    2)provalo da un amico e vedi se non ti dà fastidio vedere firefox pittato a festa.
    3)infine, prova a capire se questo amico usa office, openoffice o neooffice.
    Per me, sono le uniche 4 cose che contano, in un notebook: schermo e tastiera; firefox; openoffice. (+ quanto è robusto, e qui non lo so, ma mi è sembrato abbastanza robusto).

  5. baldo 21 February, 2007 / 12:38

    1) giusto (de gustibus)
    2) ma firefox su mac che cosa ha di differente da firefox sugli altri sistemi operativi? (e poi basta cambiare tema e lo si trasforma in quello che si vuole)
    3) sto scaricando neo office e provo ad installarlo (ma sei sicuro di aver scaricato la versione INTEL?)
    4) la tastiera del macbook secondo me è comodossima.. brutta da vedere ma ottimizzata negli spazi e nelle dimensioni dei tasti per minimizzare errori di battitura.

  6. Nicola D'Agostino 21 February, 2007 / 12:48

    Mi pare francamente un po’ sbrigativo come giudizio.
    nda

  7. Massimo Moruzzi 21 February, 2007 / 13:03

    Nicola, sì, è un giudizio da due ore (scarse).
    Baldo, per Firefox, è che mi stanno sul cazzo quelle icone verdi rosse e gialle, che ci devo fare? Si può personalizzare? boh. Ma imho è un errore di marketing non farti trovare la macchina con su pronto Firefox in versione identica a come è su Windows e Linux, che l’infighettizzazione la puoi fare pure dopo. Quanto a Neo Office, sì, ho scaricato la versione Intel, e poi fatto quello che ho fatto per installare Firefox, ma con risultati deludenti. Peccato. Avrei tanto voluto vedere anche OpenOffice infighettato ;-)

  8. baldo 21 February, 2007 / 13:59

    boh.. firefox è più o meno così:
    http://www.flickr.com/photo_zoom.gne?id=232490371&size=o
    e mi sembra del tutto simile alla versione windows (non so che cosa intendi per icone verdi rosse e gialle). Cmq l’errore di marketing se anche c’è è di mozilla e non di osx.
    Neo Office, l’ho installato e non mi ha dato errori. boh..
    Lungi da me voler difendere il mac (lo uso solo da 6 mesi contro una vita passata su windows), però mi sembra che le motivazioni siano abbastanza deboli e che non siano un buon punto di partenza per analizzare pregi e difetti della scelta macbook (sposterei l’attenzione per esempio sull’hardware – tastiera, schermo, case, sistema di dissipazione del calore).

  9. Massimo Moruzzi 21 February, 2007 / 14:09

    appunto, ma che bel firefox in versione emasculata ;-)
    e: appunto, non sono in grado di consigliare nulla a nessuno. è solo che un paio di persone mi hanno chiesto come mai ho avuto questo rifiuto a pelle e ho cercato di spiegarlo. tutto qui.

  10. dario 21 February, 2007 / 14:57

    Quattro ore che questo post è online e ancora nessun commento piccato da parte di mac evangelists? Sono veramente, veramente deluso.

  11. Alberto Mucignat 21 February, 2007 / 17:33

    imo non hai fatto il minimo sforzo per fartelo un po’ piacere, perchè comunque non puoi pretendere di avere le tue iconcine di winsozz, i tuoi layout infibulati di winsozz, ecc ecc. non su un mac, intendo. :-)
    invece, è giusto che tu pretenda che le cose che ti servono funzionino bene. e quindi è giusto dire che neooffice è pesante e lento rispetto a office (che puoi sempre comprare). è giusto dire che (a me) firefox (2) è lento, moolto peggio di safari (che dicono sia uno dei browzer migliori, ma se usi le extension di firefox allora nisba).
    si può anche dire, però, che su mac ci sono un sacco di alternative (è pur sempre uno unix!). tipo Nimus writer o altri programmi, tipo fogli di calcolo, ecc. tutti che funzionano da dio, per dire. certo, bisogna fare uno sforzetto, max. soprattutto, sappi che nemmeno ubuntu è un paradiso assoluto, anzi.
    cmq, tanto per evangelizzare, my brotha says: “A Mac is expensive only if your time is worth nothing.”
    ps: btw, forse non ti leggono molti mac evangelists se alla fine rispondo io… ;-)

  12. Venny 21 February, 2007 / 18:33

    Per usare un nuovo sistema operativo bisogna adattarsi, e Mac OS è quello che è più amichevole con l’utente e lo fa trovare subito a suo agio, come se avesse usato un Mac da sempre.
    Se lo stile di Mac Os è fatto così, non ci puoi fare niente, Firefox avrà la barra del titolo in stile Mac, il che non vuol dire infighettato, ma COERENTE al resto del sistema. Pensi di passare a Linux? Se sei durato due ore su un Mac con Linux allora non ci finisci nemmeno l’installazione, perchè Linux ha bisogno di una certa conoscenza da parte dell’utente, nonchè di un certo cambiamento radicale del modo di pensare..
    Non pensare che al primo colpo riuscirai a far girare i programmi, anzi.. Linux non da spazio alle fighette che vogliono tutto pronto..

  13. Robyz 21 February, 2007 / 18:50

    Anzi, dai, installa Linux e poi facci un riassuntino come questo che ci è piaciuto tanto….anche se mi sa che sarà molto più corto perchè non arriverai neanche a firefox….

  14. Massimo Moruzzi 21 February, 2007 / 19:39

    eccoli, Dario, eccoli ! ;-)
    (ma sì. il problema è che preferisco andare a sciare, rispetto a impararmi un nuovo OS)

  15. Matteo 21 February, 2007 / 20:30

    Venerdì è arrivato anche a me, sabato ho installato ubuntu ed ho riservato una piccola partizione per Window$ (giusto in attesa di trovare il modo di migrare la posta di outlook).
    Al momento sulla questione MacBook condivido abbastanza le tue impressioni anche se io voglio tener duro e far passare il periodo di recesso così tanto per non aver ripensamenti ;)
    Su openoffice poi da un paio di giorni sto cercando di lavorarci pesantemente, a prima vista siamo abbastanza lontani da excel per potenza, velocità e funzioni….ma è ancora presto per dare un giudizio definitivo.
    Sul fatto di imparare un sistema operativo, beh in effetti ormai per me è diventata una questione di principio; dopo averla menata per quasi un anno con sta storia di voler passare a Mac mica posso farmi rivedere in giro con Vista…

  16. Matteo 21 February, 2007 / 20:34

    …ah, forse non si è capito.
    ubuntu l’ho installato sul vecchio notebook asus.
    Al momento quindi vado in giro con due (ed il Mac rigorosamente dentro uno zainetto)

  17. Massimo Moruzzi 21 February, 2007 / 20:51

    eh, hai ragione anche tu. io vista no, ma xp, amen. tanto, io sono 100% web-based, il mio OS è firefox :-)

  18. Jester 21 February, 2007 / 23:35

    Un amico mi ha prestato tempo fa un vecchio Mac. C’era installato Jaguar.
    E’ stato amore a prima vista. Mi sono bastate poco più di un paio di ore per avere già una certa dimestichezza con il sistema. Qualche settimana dopo ho comprato l’iBook dal quale sto scrivendo (browser Camino, che alterno con Safari).
    Forse gli avresti dovuto dare qualche possibilità in più.

  19. claudio 22 February, 2007 / 09:55

    Ho il mac da poco più di una settimana.
    Proprio quello bianco, 13 pollici e plasticoso.
    Ne sono follemente innamorato.
    Certo, lo schermo non è il massimo, ma a me va benissimo così, ci guardo benissimo i film e lo uso tranquillamente per lavorare.
    La tastiera è comodissima, solo che mi mancano incredibilmente “canc” “home” e “fine” (che si ottengono usando mela+tasto), per il resto è perfetta.
    Me lo porto in giro per casa grazie al wi-fi ed è comodissimo perchè la batteria dura una vita, è leggero ed è piccoletto.
    Firefox su mac non ha nulla di diverso da firefox su win o su linux… non ho capito a cosa ti riferisci.
    neooffice io l’ho installato tranquillamente, avevi scaricato la versione intel?

  20. SAPO!! 22 February, 2007 / 10:42

    massimo, sai che io sono il tuo guru mac di riferimento.
    è da un po’ che non ti vedo alle iMesse. dovresti iConfessarti.
    per aiutarti a capire, ti dirò solo che usare Firefox sul mac è come portarsi a casa Angelina Jolie e trombarsi il suo cane.

  21. Massimo Moruzzi 22 February, 2007 / 10:45

    tu sei un grande, padre Sapo. Domenica sarò di nuovo alla iMessa (se c’è anche Angelina Jolie)

  22. Massimo Moruzzi 22 February, 2007 / 10:50

    quindi, switch vuol dire: ce l’abbiamo anche noi un browser.
    (office no, ma vuoi mettere quanto è più divertente usare garage band?)

  23. SAPO!! 22 February, 2007 / 11:59

    allora su mac si usa o safari (semplice, pulito, ed efficace) o camino (se sei uno che comunque ci piacciono le cose semplici e fatte bene in mac-stylia e si fida di mozilla).
    se vuoi un browser strafigo con un sacco di cose forse inutili invece paghi e usi OmniWeb. se sei un’alternativo di sinistra che non vota, vota contro o se ne fotte, usi Shiira.
    dai ci vediamo a messa. Angelina porta il cane.
    (per chiosare: Office fa cagare. non accetto repliche. Office è il male. Office fa cadere i governi)

  24. Massimo Moruzzi 22 February, 2007 / 12:06

    sì, infatti io uso openoffice. ma la domanda è: tu invece sul mac cosa usi ?

  25. baldo 22 February, 2007 / 13:03

    il cane di angiolina non è così male…

  26. Sergio S. 22 February, 2007 / 14:07

    Due ore sono anche troppe!

  27. SAPO!! 22 February, 2007 / 14:27

    massimo la domanda che fai è malposta, sembra quasi la domanda di un utente Debian.
    risponderò quindi alla domanda: “in base alle tue quotidiane e numerose esigenze professionali e ricreative, quali applicazioni usi in ambiente MacOS per soddisfare le tue necessità?”
    navigare? Camino e Safari.
    fotografia? Acquisizione immagine, Lightroom e Photoshop.
    videoscrittura? Apple Pages e InDesign.
    Fogli di calcolo? fogli di che? beh c’è quella web app di gugol, no?
    ‘a voi fa’ bere? drink.
    ‘a voi fa’ fumaa’? smoke.
    t’a voi sbracaà? fuck.
    esplicitami ogni tua ulteriore tramite il comodo meccanismo della missiva elettronica.

  28. EnricoG 22 February, 2007 / 20:40

    Massimo, permettimi un suggerimento: prova Kubuntu e non Ubuntu ;-)

  29. claudio 23 February, 2007 / 01:12

    Per carità, kubuntu…
    già massimo trova che firefox su mac sia infighettato, che dire dell’interfaccia plasticosa di kde? :D
    (io come browser sul mac uso quello integrato in vienna a dirla tutta, feed rss e commenti, non ho bisogno d’altro)

  30. Massimo Moruzzi 23 February, 2007 / 08:46

    di sicuro io preferisco – suona meglio – diventareun ubuntistache non un kubuntista :-)

  31. paui 27 February, 2007 / 14:00

    Rispedire indietro un macbook, solo per i colori delle icone del firefox mi sembra davvero eccessivo, visto e considerato il fatto che è la casa produttrice, e quindi mozilla, a stabilire l’interfaccia grafica dei propri programmi sui singoli sistemi operativi.. (inoltre per i computer apple esiste un browser dedicato, di nome “camino”, sviluppato dagli stessi programmatori di firefox e prodotto unicamente per i sistemi operativi di cupertino). L’errore delle librerie con Neoffice lo da solo se si scarica un file compilato per ppc e non per mac intel, quindi basterebbe fare solo poca attenzione in più per non avere problemi. Sulle componenti hardware e le rifiniture mi trovi abbastanza d’accordo, la plastica termosaldata del macbook è una vera caduta di stile rispetto ai precedenti prodotti apple, soprattutto considerando l’oggetto dal punto di vista del design puro.
    Nonostante le evidenti pecche nelle rifiniture, i nuovi mac intel-based sono delle vere schegge, e inoltre, per questioni di agongata e bramata siurezza, hanno il vantaggio di non disporre di schermate come “authority nt system” o “error 404” o “arresto critico del sistema”. Non so come la pensi tu, ma per quanto mi riguarda l’affidabilità su un pc è la prima cosa.In ultimo aggiungerei il fatto che gli schermi Apple sono prodotti per garantire il minore affaticamento degli occhi anche su cicli di lavoro elevati.
    insomma, per farla breve è come paragonare un viaggio di 20 ore col furgone e diecimila soste per effettuare riparazioni (ammesso poi che si arrivi), con uno di 2 ore comodamente seduti in prima classe.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *