Senti un po’, figa di legno milanese…

Oggi, in ascensore, una manager milanese dice: “Queste brasiliane non si curano proprio… vengono in ufficio con i capelli bagnati!”.
Senti un po’, figa di legno milanese…


…le ragazze di Rio, anche con i capelli bagnati, sono in media più fighe di te e le tue amiche, anche se vi mettete in tiro. E se non sono più fighe, sono più sexy. E se non sono più sexy, sono più simpatiche.
…le ragazze di Rio non si fanno problemi a guardarti per prime, nè a commentare apertamente con le amiche. E tu, con il tuo contegno…
…le ragazze di Rio ricambiano i tuoi sorrisi e spesso sono le prime a sorriderti. E tu, con il tuo distacco…
…le ragazze di Rio bevono birra gelata, e mangiano picanha e robaccia fritta. E tu, con le tue insalatine…
…le ragazze di Rio, quando ballano, sono tutte stupende. E tu, che ti dimeni attorno alla borsetta al Toqueville o al Casablanca…
…le ragazze di Rio non dicono mai “no, lì no” o “questo non lo faccio”.
…insomma, figa di legno italiana, la vuoi sapere una cosa?
VA-FAN-CU-LO! Dammi un colpo di telefono quando cambi, che magari torno.
Scusate, ragazzi, ma dovevo dirlo… so che molti di voi condividono.

39 Responses

  1. calca 8 April, 2005 / 00:14

    condivido, sottoscrivo, e rifirmo (si sa mai, meglio essere chiari )!
    aggiungo un appunto .. non solo quelle di rio, ma in generale del sudamerica .. :D

  2. lia 8 April, 2005 / 00:47

    Ullallà. Pochi peli sulla lingua, neh? :)

  3. Maxime 8 April, 2005 / 07:45

    Non conosco fighe di legno milanesi, ma conosco quelle pescaresi che probabilmente sono anche peggio. Non fosse altro per il fatto di essere pescaresi. In ogni caso, sottoscrivo. Anzi, se ti avanza una ragazza di Rio…

  4. miglior prodotto 8 April, 2005 / 09:08

    mi associo, beh a dire il vero tutto nasce dalle pulzelle che con la loro emancipazione ci hanno marciato al punto di voler comunque mantenere o pretendere di essere trattate come principesse sul pisello (e non mi riferisco a questioni meramente anatomiche). Morale, tutte si sentono “dive”, tutto e’ “dovuto”, tutte primedonne. Do ragione a Giordano, e soggiungo.. la stessa apertura mentale e lo stesso approccio non da figa di legno classica italiana delle big city (ma vi assicuro che anche nel paesino piu’ imbucato dell’alta varesotta funziona uguale) lo si ritrova nelle ragazze dell’est, come le lettoni, le lituane, ma per stare piu’ vicini le ragazze ceche, polacche, slovacche. Ebbene.. tali fanciulle, come del resto tutte quelle mittel europee, sanno essere umanamente disponibili ad un dialogo senza che lo stesso venga interpretato fin dalle prime battute in un “ci sta provando”. ad ogni modo, io bello felice ho scelto una latina dal cuor caliente de espagna.. altro modello di donna. le italiane? le lascio con i loro sogni di velina, di donna manager, di son tutto io. per me se ne possono tranquillamente andare a fare in culo. ;)

  5. Massimo Moruzzi 8 April, 2005 / 09:20

    pensa cosa succede se passa di qui uno di quei giornalisti che scrivono di blog e blogger e magari anche di generation X, Y e Z sugli inserti culturali di un grande giornale…

  6. Giorgio Baresi 8 April, 2005 / 09:20

    Con mio grande disappunto ho scoperto che la gnocca di Amsterdam e’ molto simile a quella di Milano…

  7. Ilaria 8 April, 2005 / 09:38

    Scusate…ma che razza di donne conoscete voi?
    Ammappa!
    Sarà che non sono di Milano, ma a questo punto mi viene da dire che non è necessario andare in Brasile, basta solo cambiare provincia!

  8. Ferryblog 8 April, 2005 / 10:01

    Concordo su quasi tutto.
    Però, però, dicamocela tutta.
    Le ragazze di Rio alla fine spesso e purtroppo ti chiedo soldi.

  9. Massimo Moruzzi 8 April, 2005 / 10:10

    dipende *quali* ragazze di Rio. quelle in spiaggia davanti all’Help a Copacabana certamente sì…

  10. Massimo Moruzzi 8 April, 2005 / 10:17

    rule of thumb: se parlano italiano, meglio stare alla larga. come in Italia, insomma ,-)

  11. SAPO!! 8 April, 2005 / 11:18

    oltretutto, mi dicono, la figa di legno te lo irrita un po’… io ne ho una in lattice che è eccezionale.

  12. Gilgamesh 8 April, 2005 / 12:13

    Mi si permetta di spezzare una lancia a favore delle ragazze e delle donne italiane: non è solo una questione geografica, ma anche generazionale, e dipende da cosa ci si aspetta.
    Esistono anche in Italia ragazze simpatiche, aperte, comunicative e allegre e per niente stronze; devo dire che tutte quelle che conosco sono thirty-somethin’, ma penso dipenda da un fattore anagrafico, ovvero dal fatto che io ho doppiato i vent’anni l’anno scorso :o)
    Le generalizzazioni son sempre pericolose. Capisco benissimo la reazione di Giordano, ne ho avuto una simile sentendo la classica belvetta milanese sparlare delle ragazze dell’Est (“tutte puttane”) nel periodo in cui ero fidanzato con una dolcissima e romantica (e pure parecchio gnocca, tocca dirlo) ragazza romena, di professione ingegnere chimico, conosciuta in agriturismo.
    Però se si comincia a dire “le scandinave fanno sesso come farebbero ginnastica”, “le francesi se la tirano come se ce l’avessero solo loro” e così via, inevitabilmente si toppa alla grande: quando si fanno dichiarazioni argomentative, un minimo di spazio alle eccezioni tocca lasciarlo.

  13. stef 8 April, 2005 / 13:11

    mi fa piacere leggere cio’ anche perche’ ho appena finito di dire con una mia amica come gli uomini a Sud della manica siano tutti coglioni che “se li guardi piu’ di 30 secondi deve per forza essere innamorata” e “non ammettono che le donne possano volere una relazione di solo sesso – finche’ non lo vedono in ‘Sex and the city’ ”
    da parte mia mi sono sempre vista rintracciare di essere “troppo amichevole” con i maschietti, ovvero tirarmela troppo poco, e di non essere abbastanza legnosa.
    E’ tutto relativo, eh?

  14. Stefano Hesse 8 April, 2005 / 15:39

    guardate che per posare il Pronto Legno basta andare in Puglia

  15. miglior prodotto 8 April, 2005 / 16:15

    caro stefano.. hai ragione.. in fondo e’ nata li l’arte del “trullo” ;P

  16. Ilaria 8 April, 2005 / 16:41

    Siamo a 22 commenti! E’proprio vero che la patata tira! ^_^

  17. Giordano 8 April, 2005 / 16:49

    Io avevo anche cominciato scrivendo di altri argomenti, ma, come dicono qui… eu sabo meus frangos (conosco i miei polli) :)

  18. Giuseppe Mazza 8 April, 2005 / 17:31

    Rebus: Musica nuova in cucina, dove la… è regina.

  19. Stefano Hesse 8 April, 2005 / 19:58

    resistenza accumulatrice di staticita’ relativa? ho indovinato?

  20. Maurizio 8 April, 2005 / 20:55

    Mi associo. Maxime hai ragione (sei un mio conterraneo credo): le pescaresi sono legnose + grezze.

  21. Violetta 10 April, 2005 / 13:21

    Che bello. Le stesse identiche cose le pensano le ragazze italiane dei ragazzi (irlandesi / slovacchi / australiani / mormoni / …)

  22. carlo 13 April, 2005 / 13:19

    Venti minuti di standing ovation.

  23. Duca di Palmetta 4 May, 2005 / 14:35

    Concordo perfettamente con il primo commento….la mia amica Rachele è talmente di legno che Geppetto con lei ci faceva la sorella di Pinocchio….belin sembra che in Liguria ce l’abbia solo lei…

  24. Musicomane 30 June, 2005 / 11:49

    Nulla da aggiungere, è solo verità.

  25. Ale 10 August, 2005 / 12:46

    Concordo, in generale le italiane se la tirano un casino senza alcuna ragione, le milanesi poi…consiglerei alle legnose di farsi un giro in un paese tipo Slovacchia o Lettonia per capire cosa sono bellezza e fascino!

  26. Max 24 October, 2005 / 06:51

    ..inoltre le italiane sono quelle meno fighe, le + storte fanno cagare!

  27. EXXX 6 December, 2005 / 09:55

    …e quando è il proprio moroso a comportarsi stile FIGA DI LEGNO…??? …non fraintendete, non è culattone… ma è una vera e propria figa di legno…. Sinceramente non sò se è peggio un uomo o una donna!!!!! Voi che ne pensate???????

  28. Massimo 6 December, 2005 / 16:58

    guarda…. io penso di essere il recordman. a una che non smetteva di rompermi i coglioni ho mandato un telegramma (giuro) con scritto: neanche se mi punti una pistola alla tempia.

  29. Massimo 6 December, 2005 / 16:58

    (e ne vado fiero, anche)

  30. Ivanka 24 January, 2006 / 17:11

    Vedo che c’e’ molta polemica su questo tema delle ragazze italiane e straniere. Io sono una straniera, di Repubblica Ceca, vivo in Italia, discuto di queste cose sul mio blog, http://www.ragazzeceche.blogspot.com. Ho anche un sito internet, dove spiego alcune differenze culturali tra l’Italia ed il mio paese, anche riguardo le relazioni. http://www.ragazzeceche.com
    Mi piacerebbe sentire dagli italiani, uomini e donne, quali sono i motivi di tanta polemica.
    Un saluto a tutti! nashledanou! (arrivederci)
    Ivanka

  31. MAX 25 January, 2006 / 04:46

    Ragazzi miei concordo, troppo fighe di legno le italiane, io nn ce la faccio più oramai mi sn buttato sulla straniera di turno, e meno male che ci sono loro. Kazzo ma oramai se la tirano pure le cesse se sono italiane, mah, cmq se beccate un’italiana anomala che ve la da, attenti alle schegge. Ah, ma nn sarà colpa del nostro romanticismo e menate simili, non è cha abbiamo fatto andare noi i “prezzi” alle stelle? Ciao a tutti

  32. Ivanka 7 February, 2006 / 12:21

    Eh caro Max, forse si: da quello che sento molti uomini hanno capito di aver messo sul piedistallo le donne italiane, con mille attenzioni, complimenti, spesso solo allo scopo di poter avere qualche attenzione sessuale. Niente di sbagliato ma se per avere 10 si e’ disposti a spendere 100, quando puoi avere 100 spendendo 10….le leggi dell’economia speeo valgono drammaticamente anche nelle relazioni:)
    Ciao a tutti, vi aspetto sul mio blog per discutere di relazioni:)

  33. Massimo Moruzzi 13 May, 2006 / 12:09

    ok, tutti sul blog di Ivanka che io ora chiudo commenti e trackback che questo post è sotto attacco…

  34. rocco 30 January, 2017 / 22:07

    anno 2017 e non è cambiato nulla, anzi ancora peggio le italiane..w le Brasiliane di Rio, fortaleza, salvador, natal, curitiba..insomma tutte :D

    • Massimo 31 January, 2017 / 11:54

      Il minimo — ma proprio minimo — che si possa dire è che l’Italia è un Paese strano anche da questo punto di vista. Io dico viva le femmine di qualunque Paese normale, che vuol poi dire qualunque Paese al di là delle Alpi. Quanto alle colpe di come vanno le cose al di qui delle Alpi, dello stato di guerra civile, io non so di chi sia (diciamo: inizialmente), ma so che non me ne frega un cazzo.

Leave a Reply to Duca di Palmetta Cancel reply