Laif is nau

Totti testimonial perfetto per quell’Italia non proprio moderna per la quale la linea telefonica terrestre serve per chiamare, e quindi spendere 10 euro al mese di canone Vodafone più 15 centesimi a chiamata arrostendosi il cervello col cellulare e magari con l’auricolare blùtut che è tanto di moda è una buona idea. L’altra Italia, purtroppo nettamente minoritaria, vuole invece una linea solo dati, è always on e le chiamate le fa con Skype. Spesso vota o ha simpatia per la Rosa nel Pugno, è anti-Berlusconiana e di sinistra sui temi sociali ma pro-mercato e ne ha già piene le balle di questo Governo di partiti e filo-clericale e anti-pacs. Ma cosa aspettiamo a trasferirci a Barcellona o a Madrid? Perchè, insomma… è proprio vero: Laif is nau.

11 Responses

  1. morbìn 19 May, 2006 / 11:08

    male, malissmo sto governo.
    non basta avere la fedina penale pulita (ma sarà vero) come i nostri leader di centro-sinistra perchè la gente li debba apprezzare.
    sarebbe richiesta qualche riformina di questo paese che è sull’orlo del fallimento. letteralmente e in tutti i sensi metaforici, metafisici, ecc…

  2. Antonio 19 May, 2006 / 14:27

    Povero Totti, voglio spezzare una lancia per lui. Beckham non è meno grezzo di lui e in compenso il nostro è più simpatico è popolare e non rinnega le sue origini. Non ha mai lasciato la sua città (certo bella forza una delle più belle del mondo) per cedere alle lusinghe degli ingaggi e degli scudetti facili.
    Insomma avrei in mente altri suoi colleghi lisciatini e tirati a lustro come rappresentanti della cialtroneria italica.
    La rosa nel pugno? Un terzo dei suoi elettori la voleva con Berlusconi, non si capisce bene su alcuni temi che posizioni abbiano, su quelli sociali di sicuro dichiaratamente poco di sinistra. Magari su quelli libertari.
    Il governo è un brutto ma buono, o almeno è quello che mi aspetto e certamente li si attende al varco. Giudichiamoli però sulla politica fatta. Nelle condizioni in cui ci siamo ridotti come paese non si poteva pretendere niente di diverso.
    Sull’emigrare: subito, lo dico da tempo. Ma per chi rimane? :)

  3. Superfluous 19 May, 2006 / 14:49

    Laif is nau

    Ehm, forse avrei dovuto specificare che la rubrica era a cadenza bimestrale ;-) .
    Per il numero di oggi me la cavo con un semplice link:
    laif is nau
    (via dotcoma)

  4. still.ill 19 May, 2006 / 18:00

    grande post moruz.
    ennesima fotografia perfetta della realtà.
    la spagna è la soluzione (non sono ironico). ma guarda che perfino con aznar non era tanto male.
    baci still

  5. Massimo Moruzzi 19 May, 2006 / 18:41

    dai, grazie ma chi si butta in avanscoperta, trova un lavoro e poi mi tira dentro?

  6. still.ill 19 May, 2006 / 19:10

    ma sai che stavo per proportelo? ahahah

  7. marco 19 May, 2006 / 22:41

    Parigi, dalla prossima estate e se non si tirano indietro all’ultimo momento.
    dire-fare-votare

  8. Antonio 22 May, 2006 / 14:47

    La spagna?
    Zapatero? Ma dai.
    Quello che nei certificati di battesimo non si indica più il nome dei genitori ma “Progenitore A” e “Progenitore B”?
    Ottimo (forse) in economia ma sta portando al disastro la società

  9. Massimo Moruzzi 22 May, 2006 / 15:58

    com’è la storia del progenitore A e B ? cioè, solo perchè mette A e B (non lo sapevo) invece di “mamma” e “papà” porta al disastro la società? :)

Leave a Reply