100 miliardi di ricerche

100 miliardi di ricerche su DuckDuckGo, di cui ben 35 miliardi fatte nel 2021.

Previsioni per il 2022: almeno altre 50 miliardi di ricerche.

Già il 2,5% delle ricerche negli USA; l’1% in Germania; lo 0,6% a livello mondiale, e, come detto, in crescita del 50% anno su anno. A Mountain View sono preoccupati?

Misure anti-Omicron

Torna l’obbligo di mascherina all’aperto in tutto il Paese e viene inserito l’obbligo di FFP2 al chiuso. La mascherina chirurgica OK solo per chirurghi e per cretini di sinistra.

Super Green Pass per accedere alla ristorazione al chiuso, anche al banco. Stop ai popcorn al cinema e alle birre allo stadio. OK invece la birra al cinema e il popcorn allo stadio.

Si valuta anche l’estensione del Green pass rafforzato a piscine, palestre, centri termali e benessere, ma anche per le sale da bingo, come noto frequentate da vecchi rincoglioniti.

A partire dal 1’ di febbraio il Green Pass varrà 6 mesi. La terza dose potrà essere fatta anche soli 4 mesi dopo la seconda: per i più fortunati in palio anche una mountain bike.

Fino al 31 gennaio sono vietate tutte le feste e gli eventi all’aperto in cui possono crearsi assembramenti. Le feste all’aperto senza un cazzo di nessuno rimangono invece libere.

Obbligo di tampone per discoteche ed eventi sportivi anche per chi è vaccinato con due dosi. I vaccinati ‘platinum’ con terza dose possono evitare questa rottura di cazzo.

Obbligo di vaccino per i dipendenti statali, indipendentemente dal fatto che lavorino a contatto con il pubblico o che passino le giornate a giocare al solitario.

Ciao RageBoy

Apprendo dal blog di Doc Searls che ci ha lasciati Chris Locke.

RageBoy era il più strano, il più viscerale e il più originale dei quattro.

John, senza dubbio.

Il mio idolo, dei quattro, e l’ispirazione per le prime newsletter dot-coma. Quello che ho continuato a leggere ben dopo che ho capito che The Cluetrain Manifesto era solo un sogno dal quale ci siamo svegliati in un incubo di invasione della privacy e mega-monopoli.

Che la terra ti sia lieve.

Silvio Presidente

Anche Silvio, come Benito, è figlio della sinistra italiana. Aiutato da Craxi e dal PSI; aiutato più volte anche dal PCI, riuscì a tenere in vita le sue televisioni.

Salvato da quel genio di D’Alema con la Bicamerale; salvato dai litigi fra Prodi e Bertinotti; invitato da Renzi nella sede del PD fresco fresco di condanna…

C’è poco da dire: questa tragicommedia italiana che va avanti dagli anni ’80 può e fin deve finire in un solo modo: con Berlusconi e Biancaneve al Quirinale.

Qualche mese fa, Sallusti ha lasciato Il Giornale per non dover fare un editoriale alla settimana a favore di Berlusconi Presidente, cosa che Minzolini fa più che volentieri.

Silvio ci crede. Quanti voti gli mancano? Pensi davvero che non possa trovare degli, ehm, argomenti sufficienti per convincere un po’ di pidioti e di pentecatti?

Buona fine di tragicommedia a tutti. Spero di riuscire a gustarmi il tutto, lagne dei sinistrati comprese, da lontano. E se mi dovessero chiedere: Italiano? Who, me? No way!

Rosy Bindi

Uno dei nomi per il Quirinale che mi lasciano più sgomento è quello di Rosy Bindi.

Ma Rosy Bindi quella che era in televisione con B. e questi, simpatico come un dito nel culo, le disse: Lei è più bella che intelligente.

Quella lì? Quella che invece di rispondere: Lei è un cafone, e di esigere delle scuse, e poi invitare le donne a scendere in piazza a protestare… iniziò a farfugliare…

Mah, io da giovane non mi vedevo brutta…

Ma no, Rosy! Sei una bella figa anche tu, nel mondo dei ciechi!

E adesso, come premio per aver fallito un rigore a porta vuota, la vogliono al Quirinale?